Sabbiatura

In campo meccanico la sabbiatura è un procedimento intermedio al ciclo di lavorazione del prodotto. Lo strato asportato può essere ossido, vernice, calcificazioni, un rivestimento galvanico o plastico, ecc.

Al termine dell’operazione il materiale sottostante allo strato rimosso risulta completamente scoperto e con rugosità dipendente dalla grandezza della graniglia utilizzata e dalla pressione del getto, ma comunque molto accentuata in confronto ai valori tipici delle lavorazioni meccaniche.

La sabbiatura risulta quindi uno dei procedimenti migliori per preparare il pezzo alla verniciatura. Viene usata anche come operazione finale per dare al manufatto una estetica diversa dalle normali finiture

La FARBEN srl dispone di due sabbiatrici a grappolo semiautomatiche con due diverse tipi di graniglia: una nella sede di Mondolfo, grana spigolosa e fine per articoli di una elevata gamma (elettronica, arredamento, moto), una seconda nella sede distaccata di Pergola; con grana sferica per rifinire superfici di grande spessore come ghisa, acciaio.

Il ciclo parte dalla sbavatura dei getti attraverso 2 postazioni opportunamente insonorizzate e aspirate.
La granigliatura successiva ha lo scopo di “amalgamarne” la superficie per renderla il più possibile uniforme.

Attraverso la stuccatura si cerca poi di coprire certi difetti di fusione.

Naturalmente i particolari saranno poi carteggiati o rilavorati, prima di essere ritenuti pronti per l’immissione nelle successive fasi di lavorazione.
Il ciclo sarà allora in grado di essere completato.

Recentemente è stata acquistata una terza sabbiatrice manuale per rispondere alle sempre più numerose richieste di finitura su articoli in legno; finestre, porte, vecchi mobili.